IT
  • North America

  • United States EN
  • International

  • English Version EN

Impegno nel mondo dello sport per disabili

Il nostro motto “Freedom in Motion” guida anche il nostro impegno sociale: supportiamo i due straordinari campioni paralimpici Anna Schaffelhuber e Gerd Schönfelder.

Nonostante la paraplegia e l’amputazione hanno conquistato tantissime medaglie e premi grazie alle loro impressionanti capacità dimostrate nello sci alpino. Il loro coraggio e lavoro incessante è un esempio per tante persone con disabilità fisiche.

Anna Schaffelhuber seduta in sedia a rotelle con una medaglia in mano

Anna Schaffelhuber conquistò la sua prima medaglia a soli 15 anni

La campionessa di sci alpino Anna Schaffelhuber è paraplegica dalla nascita e deve quindi usare una sedia a rotelle. Tuttavia, ciò non l’ha frenata dal diventare una sportiva di successo come sciatrice di discesa con il suo monosci; inoltre studia all’università per diventare insegnante. Questa atleta, nata a Ratisbona, conquistò la sua prima medaglia a soli 15 anni.

Per cinque anni di seguito ha trionfato nella Coppa del Mondo di sci per atleti disabili, mentre nell’XI edizione dei Giochi Paralimpici invernali 2014 di Sochi ha conquistato ben cinque medaglie d’oro. Inoltre, è stata eletta per tre volte Atleta paralimpica dell’anno e nel 2010 è stata insignita del suo primo Lauro d’argento, la massima onorificenza sportiva tedesca.

Anna Schaffelhuber è quindi una delle sciatrici di maggior successo al mondo.

Gli sportivi disabili hanno bisogno di incentivi

“Lo sport per disabili si sta professionalizzando; mentre gli atleti normodotati possono contare su vari tipi di supporto, gli sportivi disabili devono battersi ogni giorno per far combaciare lavoro, università o scuola con un allenamento molto faticoso”, ha dichiarato Uwe Schettler, Amministratore di Juzo. 

Con il nostro impegno desideriamo semplificare la vita di questi atleti e aiutarli ad esprimere appieno le loro potenzialità.

Uwe Schettler
Gerd Schönfelder

Gerd Schönfelder – atleta di gran successo con un solo braccio

Gerd Schönfelder, ex sciatore professionista, è l’atleta più di successo di sempre nella storia delle Paralimpiadi. In seguito ad un incidente nel 1989 l’allora appena 19enne perse il braccio destro e parti della mano sinistra.

Dal 1992 a oggi ha partecipato a più edizioni dei Giochi Paralimpici invernali aggiudicandosi 22 medaglie, di cui 16 d’oro; inoltre è stato per quattordici volte Campione del mondo. È stato nominato Atleta Paralimpico dell’anno in più edizioni, è stato insignito per quattro volte del Lauro d’argento e la sua città Kulmain (Alto Palatinato) l’ha nominato cittadino onorario.